Banner piano di zona

Organi politici e tecnici

Organi politici e tecnici Ambito Lomellina

Assemblea dei Sindaci

Per il funzionamento dell’Assemblea si deve fare riferimento all’attuale normativa regionale, DGR 5507 del 02/08/2016 rubricata "Attuazione L.R. 23/2015: Regolamento di funzionamento della Conferenza dei Sindaci, del Consiglio di Rappresentanza dei Sindaci, dell’Assemblea dei Sindaci di Distretto e dell’Assemblea dei Sindaci dell’Ambito Distrettuale" che specifica all’art 7 "Composizione e modalità di funzionamento dell’Assemblea dei sindaci del distretto e dell’Assemblea dei sindaci dell’ambito distrettuale" i sistemi di validità dell’Assemblea, il sistema di elezione del Presidente e del Vicepresidente e il sistema di approvazione delle proposte formulate in Assemblea stessa.

L'Assemblea, soggetto politico di riferimento dell'Ambito Distrettuale, è composta da tutti i Sindaci sottoscrittori dell'accordo di programma.

Le decisioni politiche relative alla definizione, attuazione e valutazione dei risultati conseguiti del Piano di Zona sono assunte a maggioranza dei voti dei Sindaci presenti e votanti, in ragione dei voti espressi da ciascuno rappresentate.

Nell'esercizio delle proprie funzioni, l'Assemblea dei Sindaci:

  • Nomina il Presidente, i vice Presidenti ed individua i referenti per il Tavolo Tecnico-Politico;
  • Definisce il livello di partecipazione alla fase di programmazione;
  • Individua i soggetti da coinvolgere;
  • Individua i punti di forza e di debolezza suddivisi per aree di intervento;
  • Definisce obiettivi e priorità;
  • Approva annualmente i piani finanziari preventivi e consuntivi ed ogni variazione agli stessi;
  • Approva la proposta del Piano di Zona;
  • Approva la bozza dell’Accordo di Programma per l’avvio della nuova triennalità;
  • Svolge le operazioni di valutazione dei risultati e degli obiettivi conseguiti;
  • definisce le modalità istituzionali e le forme organizzative gestionali più adatte all'organizzazione dell’Ambito Territoriale e della rete dei servizi sociali;
  • definisce le possibili collaborazioni tra Comuni dell’Ambito, le forme di collaborazione fra i Comuni e l’Azienda Sanitaria di riferimento e le eventuali forme di collaborazione tra Ambiti diversi;
    • individua le risorse finanziarie, strutturali e umane presenti nell'Ambito e la programmazione del loro utilizzo;

    Presidente dell'Assemblea: Sindaco del Comune di Vigevano

    Tavolo Tecnico-Politico

    Il Tavolo tecnico-politico (anche definito “Gruppo Ristretto”) si riunisce periodicamente e secondo le esigenze, ma con una cadenza almeno pari a quella delle Assemblee di Ambito Distrettuale, così da garantire un lavoro preliminare di supporto per ciascuna seduta dell’Assemblea. I Membri del Gruppo Ristretto, individuati dall’Assemblea dei Sindaci, sono tenuti a mantenere un costante e puntuale aggiornamento dei lavori da trasmettere ai Componenti dell’Assemblea dell’Ambito Distrettuale.

    Il Tavolo ha quindi la funzione di garantire il miglior raccordo possibile fra gli organismi tecnici e quelli politico-amministrativi per consentire l’ottimizzazione delle procedure e potenziare l’efficacia dei lavori dell’Assemblea dei Sindaci, svolgendo quindi un ruolo informativo, consultivo, propositivo e di verifica preliminare sui bisogni inerenti al funzionamento del Piano di Zona, ma senza alcun potere decisionale.

    In particolare tale Gruppo svolge le seguenti funzioni:

    - supportare l’Assemblea dei Sindaci per la definizione degli indirizzi e degli obiettivi strategici del Piano di Zona, grazie alla collaborazione e al coordinamento con l’Ufficio di Piano;

    - suggerire programmi e azioni all’Assemblea dei Sindaci rispetto alla programmazione dei servizi;

    - cooperare sinergicamente con l’Ufficio di Piano per il conseguimento degli obiettivi generali definiti dal Piano di Zona;

    - verificare preliminarmente la fattibilità delle proposte presentate dai Comuni;

    - assicurare, di concerto con l’Ufficio di Piano, il raccordo con l’Assemblea dei Sindaci di Ambito distrettuale per la definizione degli obiettivi gestionali, in relazione alle strategie ed agli indirizzi generali;

    - curare, con l’ausilio dell’Ufficio di Piano, il raccordo con gli altri soggetti tecnici che operano nel sistema di offerta sociale e sociosanitario e con gli organismi del Terzo Settore al fine di favorire la ricomposizione e l’integrazione del sistema complessivo di welfare.

    pubblicato il 2019/06/04 12:55:00 GMT+0 ultima modifica 2019-11-23T11:17:55+00:00